Site powered by CMS Joomla (www.joomla.it)
Design by GEEO S.r.l.
 
Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.

a cura di L. Bellina, A. Boschiero, A. Casellato
2012/2 Quando la scuola si accende
Innovazione didattica e trasformazione sociale negli anni Sessanta e Settanta

formato: 15x21 cm, 280 pp.
rilegatura: brossura cucita
isbn: 9788883147203
prezzo:  €14.00

collana: Venetica. Rivista di storia contemporanea



Questo numero della rivista racconta esperienze di costruzione dal basso della scuola a tempo pieno in diversi territori del Veneto tra gli anni Sessanta e Settanta. Le storie sono frutto di ricerche accurate, condotte localmente intervistando i protagonisti e scoprendo archivi ricchissimi di informazioni e documenti, oltre che di memorie. Un contributo per ripensare, alla luce delle difficoltà e delle potenzialità odierne, la scuola, il luogo in cui si produce, insieme, lavoro e conoscenza, e in cui si realizza un permanente incontro tra generazioni e classi sociali.

INDICE

Alessandro Casellato, Uno sguardo d’insieme
Maria Teresa Sega, Tra scuola della Rinascita e città educativa. Piste di ricerca veneziane
Paola Salomon, “Un metodo per la scuola italiana di domani”. La scuola media di Canale d’Agordo (Belluno) negli anni Sessanta
Elena Carlesso, Scuole di campagna e “boom economico”. Intervista a due maestre
Annamaria Lona e Nadia Olivieri, Il movimento delle scuole popolari a Verona
Giancarlo Cavinato, Noi credevamo... Il “tempo pieno” nella scuola elementare  del territorio veneziano
Maurizio Angelini, Formidabile, quella scuola. Come nacque il “tempo pieno” a Sant’Angelo di Piove di Sacco (Padova)
Pietro Fabris, La lotta per l’abolizione delle classi differenziali e speciali. Paese (Treviso), gennaio-ottobre 1971
Anita Pignataro, “Fare scuola nella Bassa padovana”. Un laboratorio di idee, dibattiti, progetti per il rinnovamento della scuola (Seminario di Carceri, 1973)
Cinzia Crivellari, I precari di ieri: i giovani supplenti nella scuola degli anni Settanta-Ottanta

 

Scarica il numero