Site powered by CMS Joomla (www.joomla.it)
Design by GEEO S.r.l.
 
Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.


2016/2 Contesti veneti
Città, industrie, valli

formato: 15x21 cm, 240 pp.
rilegatura: brossura cucita
isbn: 9788883148811
prezzo:  €15.00

collana: Venetica. Rivista di storia contemporanea



Un numero miscellaneo che perlustra alcuni "contesti veneti" spaziando da Venezia – gli investimenti immobiliari ebraici nell'Ottocento e il cantiere Svan, dove furono costruite all'inizio del Novecento le celebri automobili nautiche Mas – alle valli ladine dopo l'accordo italo-tedesco del 1939, quando gli abitanti dovettero optare fra l'appartenenza all'Italia o alla Germania, e alla città di Vittorio Veneto tra resistenza e resilienza durante l'occupazione austroungarica nella prima guerra mondiale. Il dossier "Memoria e archivi dell'impresa minore" propone le vicende di tre piccole imprese che hanno segnato in profondità le comunità in cui erano inserite. Nella sezione Interventi sono trattati i piani del Pci per la ricostruzione di Treviso nel secondo dopoguerra e un convegno del 2015 sulle riviste venete di storia locale. Completa il fascicolo il notiziario degli istituti regionali di storia della Resistenza.

INDICE
studi
Gli investimenti ebraici a Venezia al principio del XIX secolo: il ruolo dei Treves e l’acquisto della procuratia a San Marco
di Martina Massaro

Il Cantiere navale Svan di Venezia
di Pietro Lando

Un bipolarismo impossibile. L’accordo italo-tedesco
del 1939 nelle valli ladine
di Fabian Fistill

Resistenza e resilienza di una città invasa: il caso Troyer, Vittorio 1917-18
di Giuliano Casagrande

memoria e archivi dell’impresa “minore”
a cura di Gilda Zazzara

interventi
Un convegno sulle riviste di storia locale a Mestre
di Antonio Diano

Il Pci e i piani per la ricostruzione di Treviso (1945-46)
di Livio Vanzetto

angoli e contrade
Lisa Bregantin su Wu Ming 1, m.i. su Paolo Pozzato e Ruggero Dal Molin, Claudio Rigon su Mauro Passarin e Paolo Pozzato, Giuliano Casagrande su Santo Peli, m.i. su Andrea Baravelli

dagli istituti